Condivisioni

Cosa sono i sogni di compensazione? E come mai sono così frequenti?  Un paio di esempi  ci aiuteranno a comprenderne il ruolo centrale e la funzione equilibratrice, oltre a mettere in evidenza le possibilità di crescita interiore per il sognatore.

sogni di compensazione thelma e louise

sogni di compensazione thelma e louise

I sogni di compensazione  hanno una funzione equilibratrice. Creano immagini che tendono riempire i vuoti, a lenire dolori e mancanze, a ristabilire  priorità e ridimensionare eccessi.  Sono molto frequenti.

La maggior parte dei sogni, infatti, sono sogni di compensazione che presentano situazioni compensatorie:  facili soluzioni ai problemi che il sognatore vive durante il giorno, ansie e preoccupazioni che scompaiono sostituite da euforia e sensazione di potere, relazioni conflittuali che si appianano, amori finiti che divampano nuovamente.

Funzione dei sogni di compensazione

L’energia compensatoria dei sogni di compensazione ha lo scopo  di impedire un risveglio anticipato del sognatore quando le tensioni sono molto forti, ma soprattutto serve a  “compensare” (aggiungere quello che non c’è, sostituire,  modificare) quello che “manca” nella realtà del sognatore.  E per mancanza si intende carenza, ma anche disequilibrio,   inflazione.

Questo avviene sia per tutti gli aspetti più concreti  legati  alla vita quotidiana, che per gli aspetti  caratteriali e  le pulsioni istintive. esempio  di sogni di compensazione:  se  il sognatore ha conflitti violenti con un membro della sua famiglia e ne  teme il confronto,  è facile che prima o poi sogni un caldo abbraccio con questa persona o una situazione di accordo e di comprensione reciproca.

Se il sognatore è una   persona tollerante, paziente e premurosa è facile che in qualche sogno appaia combattiva, impaziente o prepotente.

Il significato dei sogni di compensazione

Come mai  i sogni di compensazione giocano questo ruolo equilibratore?

La nostra personalità nel mondo mostra solo alcuni aspetti di noi, mentre il sistema psichico che contiene tutte le parti di noi  (anche le parti rinnegate che non ci piacciono, che ci spaventano, di cui ci vergogniamo), privilegia  la totalità dell’essere, e porterà nei sogni gli aspetti opposti che abbiamo bisogno di integrare.

Con i sogni di compensazione è come se l’inconscio offrisse agli opposti  l’opportunità di agire, portasse a galla le parti della personalità non utilizzate nell’intento di far  capire al sognatore  la loro necessità.

Un modo per ristabilire l’equilibrio che si perde quando ci si identifica  in modo totale con abitudini, cultura e regole dell’ambiente nel quale si cresce, quando si aderisce ad idee preesistenti e rassicuranti che non sono frutto dell’esperienza diretta.

La reazione tipica ai sogni di compensazione è il rifiuto o il distacco. Diventa più semplice pensare che il sogno non ci riguarda, che non ha alcun senso, perché noi siamo “altro”. In effetti, il sogno vuole renderci consapevoli di questo “altro”: viviamo tutta la nostra vita identificati con i Se’ primari, vediamo solo con i loro occhi e non prendiamo in considerazione ciò che di alternativo e di buono ci può essere per noi, nascosto “dentro” di noi, non prendiamo in considerazione  l’opportunità di crescita offerta da questi sogni.

Scopo dei sogni di compensazione

Lo scopo dei sogni di compensazione è muovere dubbi e curiosità verso l’aspetto psichico così diverso che appare nel sogno, attirare  la nostra attenzione sul  disagio che sentiamo, per indurci alcune fondamentali domande:

  • Perché in questo sogno mi comporto in questo modo?
  • Perché sento “scomodità” all’idea di comportarmi così?
  • A cosa mi fanno pensare gli atteggiamenti che adotto in sogno?
  • A quali episodi del mio passato li associo?
  • Come sarebbe ora la mia realtà se, in dosi minime e da me controllabili, riuscissi a vivere questo tipo di energia?
  • Cosa cambierebbe per me?

Esempi di sogni di compensazione

Un  esempio per capire cosa sono  i sogni di compensazione è l’esperienza onirica di una giovane donna, madre di due bimbi piccoli, piena di impegni e responsabilità, che sogna regolarmente di guidare un’auto sportiva.

In questo sogno  è bella e spensierata, e corre  con l’auto  come non avesse nient’altro da fare. La sensazione che sente di fronte a questa immagine è   divertimento, desiderio di libertà  e, subito dopo, senso di colpa, senso di “impossibilità”.

Questo è uno dei tipici sogni di compensazione che “compensano” con molta fantasia ciò che manca nella vita della sognatrice, e la mettono di fronte a ciò che, in questo momento particolare della sua vita, non può concedersi: la libertà di andare dove vuole, di fare ciò che vuole, di non preoccuparsi di nessuno se non del proprio  piacere.

Il sogno “compensa” quindi la mancanza di spensieratezza, di relax e di divertimento, ed il senso di responsabilità del suo presente, ma offre anche delle indicazioni: la giovane donna ha bisogno di integrare questi aspetti nella sua vita, ha bisogno di un po’ più di tempo per se’, di un po’ più di leggerezza e divertimento.

Questo non significa che la sognatrice, per seguire il messaggio dei suoi sogni di compensazione ed integrare questi aspetti che le mancano, debba passare il tempo  guidando la  sua auto lasciando  famiglia e  figli.

Le immagini dei sogni vanno raramente prese alla lettera. Integrare vuol dire che che questa donna può e deve trovare il modo accettabile (giusto per lei) di portare nella sua realtà questi elementi di benessere.

La libertà e la spensieratezza di questi  sogni di compensazione, possono tradursi in cose molto semplici: uno spazio per stare sola senza i bambini,  andare a far shopping con un’amica, concedersi una manicure, leggere una rivista senza sentirsi in colpa o  altre situazioni  che le siano confacenti e che la facciano sentire bene.

E importante sapere riconoscere i sogni di compensazione fra le varie tipologie di sogni.

E’ importante riuscire ad isolare l’energia compensatoria ed il Sé psichico che c’è dietro, perché questo ci offre l’opportunità di riconoscere i  bisogni che lo muovono (che sono i NOSTRI bisogni), di riconsiderare le nostre  abitudini, di modificare i nostri  automatismi ed equilibrare le tensioni opposte, interne ed esterne, presenti nella nostra vita.

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione del testo
Condivisioni

Testo ripreso ed ampliato da un mio articolo pubblicato sulla Guida sogni Supereva in ottobre 2005

Sogni di compensazione Cosa sono, a cosa servono ultima modifica: 2012-11-29T15:27:38+00:00 da Marni