Il sogno di Sigmund Freud è un volumetto che contiene una serie di saggi piacevoli, scorrevoli, interessanti i cui temi spaziano dai sogni, alla psicoanalisi, all’arte. Contiene il saggio sui meccanismi di dimenticanza, sui ricordi di copertura ed il famoso scritto sulla Gradiva di di W. Jemsen. Con questo nuovo contributo freudiano ci addentriamo nei meccanismi dell’inconscio con piacere, senza faticare o concentrarsi troppo. Fra sogni e realtà, desideri e ricordi.

 il sogno di Sigmund Freud

Il sogno di Sigmund Freud

Gli scritti raccolti nel volumetto Il Sogno di Sigmund Freud, dal meccanismo della dimenticanza a Il sogno, ruotano attorno al grande testo dell’ Interpretazione dei sogni.

Il primo infatti, è un’anticipazione di una metodologia di investigazione e smontaggio del linguaggio onirico, mentre il secondo vuol essere un’esposizione semplice e breve della complessa costruzione freudiana.

Perchè allora accostare il saggio sulla Gradiva, di solito inserito fra gli scritti che applicano il metodo psicoanalitico all’arte, a questi lavori sul sogno?

Ne Il sogno di Sigmund Freud l’intento sembra quello di mostrare le capacità ermeneutiche della nuova scienza proprio al crocevia fra la malattia dell’anima, il delirio, e le formazioni quotidiane e più visibili dell’inconscio: i sogni, accreditando così la psicoanalisi come espressione scientifica del sapere dell’anima che trova conferma nelle intuizioni creative dell’arte.

Ne Il sogno di Sigmund Freud la pratica analitica dell’inconscio tende quindi a diventare lavoro di traduzione da una forma del linguaggio “estetica” a una forma “logica”, rivelando al lettore la sua inconsapevole poeticità.

Autore: Sigmund Freud
Titolo: Il sogno
Editore: Oscar Saggi Mondadori psicologia
Anno:1999
Pag.217
Euro 8,08

Acquista online Il Sogno di Sigmund Freud

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione del testo
Condivisioni

Testo ripreso ed ampliato da un mio articolo pubblicato sulla Guida sogni Supereva in luglio 2006

Salva

Il sogno di Sigmund Freud ultima modifica: 2013-01-05T12:32:27+00:00 da Marni