Messaggi dalla tenebra di James A. Hall è un titolo evocativo, che immediatamente chiarisce il pensiero dell”autore riguardo al sogno ed alla sua possibilità di illuminare la tenebra dell’inconscio. In questo libro James A. Hall tenta così di far luce, illustrando in modo sistematico e seguendo la sua formazione junghiana, sia strutture e tipologie di sogni, che metodologie e approcci all’interpretazione dei sogni.

James H. Hall Messaggi dalla tenebra

James-H.-Hall-Messaggi-dalla-tenebra

In messaggi dalla tenebra dello psichiatra americano James A. Hall vengono presi in considerazione i sogni come messaggi e si tenta un approccio al problema dell’interpretazione affrontandone diversi aspetti.

Vengono così trattati: i concetti fondamentali della psicologia junghiana  (James A. Hall si è   formato  alla scuola di psicoanalisi di Zurigo), la natura del sogno, l’approccio junghiano  nel lavoro con  i sogni, il sogno come strumento diagnostico ed i relativi problemi di applicazione, le immagini dell’Ego ed i complessi nei sogni, i temi onirici ricorrenti, la struttura del sogno, il simbolismo in alchimia,  i sogni ed il percorso di individuazione ed infine le due tensioni nell’interpretazione dei sogni.

Messaggi dalla Tenebra di James A.Hall un libro assai ricco di spunti e stimoli che può fornire interessanti  direzioni da percorrere a chi si interessi ai sogni  ed al lavoro da compiere con i sogni,  ma sopratutto è un libro che mette di fronte alla relatività e contemporaneamente all’ampiezza di ogni sogno, così che si tenga sempre presente che non esistono “verità” assolute  nell’interpretazione,  ma ci si confronti con la molteplicità dei significati.

Come dice l’autore:  “Il significato di un sogno non può mai  considerarsi esaurito anche quando si ha la sensazione  di averlo interpretato in modo più che esauriente. L’umiltà in questo caso è una componente indispensabile  nell’attività di interpretazione dei sogni.” (pag 90).

Interessanti le sezioni riservate ad alcune tipologie di sogni meno comuni come i sogni sincronici (fare lo stesso sogno di un altro),  il sogno dentro al sogno, sogni con riferimenti spazio temporali (sogni in cui tutto si svolge in un remoto passato o in futuro  pseudo reale o  fantascientifico).

La parte riguardante il sogno come strumento diagnostico inoltre, è supportata da esempi della reale pratica psicoanalitica dell’autore, esempi  che mettono in luce la possibilità, insita nelle immagini oniriche, sia di rivelare che di elaborare/guarire difficoltà, problemi, traumi che impediscono  la crescita e e l’avanzare nel percorso di individuazione.

Quarta di copertina di Messaggi dalla tenebra di James A. Hall:

L’inconscio non è solo un melmoso e confuso deposito di patologie, ma indica anche, quando lo si vuol ascoltare, la via d’uscita. Questo ” istinto di guarigione” dell’inconscio, che è il vero protagonista dell’analisi junghiana, viene ascoltato e seguito decifrando i messaggi che esso manda attraverso i sogni.

La loro interpretazione diventa così non solo ricostruzione della storia della malattia, ma anche indicazione di come guarirla. Questo chiaro e rigoroso manuale spiega ragioni e tecnica di questa operazione.

James A. Hall ritiene che compito precipuo del paziente sia l’individuarsi, cioè il divenire ciò che si è, nel bene e nel male….Compito dell’analista è favorire l’individuazione, anche con l’interpretazione dei sogni.

James A. Hall, diplomato all’Istituto Jung di Zurigo, allievo di Marie Louise Von Frantz e D. Baumann, è membro autorevole delle principali istituzioni analitiche e psichiatriche degli USA, coautore di Clinical Hypnosis principles and application (1975) e autore di Clinical uses of dreams (1977) il testo più completo di interpretazione junghiana dei sogni.

Titolo : Messaggi dalla tenebra
Autore : James A. Hall
Editore: Red- Immagini dal profondo
Anno : 1986
Pag. 155
Euro: 9,30

Acquista online

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione del testo
Shares

James A. Hall Messaggi dalla tenebra ultima modifica: 2015-01-16T11:06:32+01:00 da Marni