Archetipo del viaggio è uno degli archetipi fondamentali che segnano l’esperienza di ogni essere umano. Si manifesta come tensione verso il futuro e verso l’ignoto e si realizza nel tempo lineare.  Scopo di questo articolo è scoprire come esprime la sua influenza nella vita comune, nel desiderio collettivo e nei sogni

archetipo del viaggio

archetipo del viaggio

L’archetipo del viaggio rispecchia il metaforico viaggio dell’uomo attraverso la vita e si manifesta come una spinta interiore, spesso irrazionale, che porta verso nuove direzioni, nuove scelte, alla ricerca di un senso, alla scoperta dello “sconosciuto“con cui confrontarsi, inseguendo qualcosa a cui, spesso, non si sa dare un nome.

L’archetipo del viaggio è alla base di ogni movimento umano, ogni tensione verso l’esterno, verso il futuro, verso l’ignoto o verso un obiettivo; ogni ricerca di altro da sé e ogni immersione dentro di sé.

[bctt tweet=”L’archetipo di viaggio è ogni ricerca di altro da sé e ogni immersione dentro di sé.”]

Archetipo del viaggio nella storia e nella cultura

L’archetipo del viaggio agisce fin dagli albori dell’umanità: l’uomo si è sempre confrontato con la necessità di uscire dalle proprie sicurezze per compiere un viaggio.

Un viaggio che ha implicazioni simboliche diverse: sete di conoscenza, bisogno di riconoscimento o di riscatto, desiderio di vendetta o di  amore ma, sopratutto, volontà di ricerca. Ricerca di verità, di spiritualità, di immortalità, di avventura, di ricchezza, di benessere, di pace.

Da Ulisse ad Enea, ai fantastici viaggi di Gulliver, alle peregrinazioni del popolo ebreo, alla cerca del Graal, al percorso nell’aldilà della Divina commedia, innumerevoli sono gli esempi del viaggio nella storia, nella letteratura, nei miti, nelle fiabe.

Situazioni in cui, il protagonista, investito dall‘archetipo dell’eroe affronta l’incognita del viaggio reale o iniziatico.

Archetipo del viaggio nella realtà fisica

Anche l’uomo moderno continua a sperimentare la potenza energetica di questi due archetipi quando l’istinto lo porta ad imprese irrazionali, pericolose e apparentemente inutili: esplorare terre ignote, esplorare lo spazio e nuovi pianeti, salire sulle cime più alte ed inospitali.

E’ allora che l’archetipo del viaggio, come una scintilla dell’intelligenza divina, lo investe e lo spinge ad uscire dalle sicurezze acquisite per amore della conoscenza, alla ricerca di qualcosa di sconosciuto, ma a cui anela, di qualcosa che gli manca o che crede perduto, nella necessità di mettersi alla prova anche in situazioni estreme.

O quando sente l’esigenza o l’obbligo di un viaggio rituale che lo connetta a Dio ed ai  suoi simili, che ratifichi un’appartenenza di genere (il pellegrinaggio  dei Musulmani alla Mecca, il cammino di Santiago di Compostela) o che segnali il passaggio di una fase all’altra della vita (viaggio di nozze, viaggio dopo l‘esame di maturità).

Archetipo del viaggio Significato evolutivo

Da un punto di vista simbolico l’archetipo del viaggio contribuisce all’evoluzione della razza umana, dal punto di vista fisico questo viaggiare nel tempo lineare si compie come movimento dall’infanzia verso l’età adulta, verso picchi di energia piena e vitale per terminare con la vecchiaia, la morte e l’incontro con l’opposto archetipo di morte-rinascita.

L’ineluttabilità del viaggio del corpo fisico nella vita, va di pari passo con la spinta evolutiva dell‘archetipo del viaggio e la necessità dell’uomo di “viaggiare” verso la scoperta e l’ignoto.

Un viaggiare “interno” per confrontarsi con i propri e la propria ombra, e un viaggiare  “esterno” per confrontarsi con le spinte regressive dell’ archetipo del nemico: gli ostacoli, la paura, gli altri.

La tensione viscerale che sfocia nel viaggio, secondo Jung, può nascere da una insoddisfazione che spinge alla ricerca di nuovi orizzonti, da una distrazione da se’, da una ricerca di avventura fine a se stessa, oppure da una consapevole ricerca di quel “tassello mancante” da aggiungere alla conoscenza di sé, alla maturità, al benessere individuale o di gruppo.

In ogni caso l’influenza dell‘archetipo del viaggio cambierà l’individuo, agirà sul suo corpo e sul suo spirito trascinandolo come un’onda lungo l’unico vero viaggio di cui ogni altro viaggio è simbolo: il percorso di individuazione.

[bctt tweet=”L’archetipo di viaggio contribuisce all’evoluzione della razza umana”]

Archetipo del viaggio nei sogni

L’archetipo del viaggio nei sogni è rappresentato dai sentieri e dalle strade da percorrere, dai paesaggi e dalle montagne da salire, da tutto ciò che scorre e va, dai treni, all‘acqua corrente, alle azioni che permettono di avanzare in luoghi impervi, agli spostamenti in città lontane o in paesi stranieri.

O dall’esplicito viaggiare nei sogni  che appare come un invito ad abbracciare un’esigenza umana archetipica, ma forse sepolta dalle incombenze quotidiane.

E’ quello che accade a Gilberto, un uomo di 49 anni  la cui vita scorre fra la casa, il lavoro monotono, la preoccupazione per il mutuo da pagare, le esigenze dei figli che crescono e della moglie sempre scontenta. Questo è il sogno ricorrente di Gilberto:

Anche questa notte ho sognato di essere seduto in treno e di viaggiare attraverso uno spazio sconfinato. Il paesaggio era come quello di certi film western, deserto, rocce, gruppi di alberi, montagne in lontananza, ed un cielo enorme.

La cosa strana è che io stavo benissimo, e mi sentivo pieno di voglia di andare avanti e vedere altro, perchè sapevo che il paesaggio sarebbe cambiato.

A volte questo sogno si svolge in una specie di canyon, a volte c’è più verde, più alberi, un bosco, ma la cosa sempre uguale è che io sono solo, non ricordo chi sono, ma desidero andare avanti, continuare a viaggiare e vedere altro. (Gilberto – Camogli)

L’archetipo del viaggio in questi sogni ricorrenti compensa, con le sensazioni positive e l’aspettativa di nuove cose da vedere, la vita monotona e abitudinaria di Gilberto, bloccato in una fase di passaggio della vita in cui si cominciano a tirare le somme delle cose fatte, ma sopratutto di quelle NON fatte.

Il desiderio di andare avanti e scoprire altro, la certezza che ci sia altro da vedere e da scoprire, è il vero messaggio del sogno ed il dono di questo archetipo.

Messaggio e dono che forse lo spingeranno a fare qualche cambiamento e che, inconsciamente, lo motiveranno a ricercare una maggiore soddisfazione.

L’archetipo del viaggio riflette il primo e fondamentale viaggio: quello che si compie all’interno di sé che porterà l’uomo a trovare in sé aspetti sconosciuti, ma potenzianti o che lo porterà fisicamente fuori dal proprio ambiente per confrontarsi con le incognite della vita.

[bctt tweet=”L’archetipo di viaggio riflette il primo e fondamentale viaggio: quello che si compie all’interno di sé. “]

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione del testo

Shares
  • Se hai un sogno che ti interessa accedi alla Rubrica dei sogni
  • Iscriviti gratuitamente alla NEWSLETTER della Guida altre 1200 persone lo hanno già fatto ISCRIVITI ORA

Testo ripreso ed ampliato da un mio articolo pubblicato sulla Guida Sogni Supereva nel settembre 2006

Salva

Salva

Salva

Archetipo del viaggio. Movimento nel tempo e nella vita ultima modifica: 2015-12-30T11:48:49+02:00 da Marni