Condivisioni

Sognare un gatto, sognare una gatta, sognare tanti gattini è molto comune.  Interpretazioni moderne di derivazione junghiana attribuiscono a questi sogni  significati legati al femminile. Il gatto nei sogni appare come tentativo di integrazione delle pulsioni inconsce collegate all’archetipo del femminile.

il gatto nei sogni

Il gatto nei sogni è legato alla sua natura ambivalente:  è un animale che vive a stretto contatto con l’uomo, è bello ed elegante, armonioso nei movimenti, con una grazia sensuale e morbida, con uno sguardo profondo e misterioso.

Nello stesso tempo è distaccato ed indipendente, poco influenzato dalla vicinanza umana, repentino nei cambiamenti di umore e negli scatti, con una ferocia istintiva da animale selvatico.

Il gatto si preoccupa  della sua comodità e soddisfazione: mangiare, dormire, giocare, coccolarsi, strusciarsi e fare sesso; si ritaglia spazi per fare solo ciò che gli piace e sa delimitare e difendere il suo “territorio”. ]

Non si può obbligare un gatto a fare ciò che non vuole o che per lui non è comodo e piacevole.

Cosa significa il gatto nei sogni

Il  gatto nei sogni è un simbolo ricco di sfaccettature che riflettono le caratteristiche del gatto reale: affettuoso, morbido, giocherellone, ma pronto a sfoderare gli artigli e mostrare la sua aggressività, pronto a defilarsi, saltare via, cacciare, a passare dalla dolcezza alla crudeltà.

Il gatto nei sogni può indicare gli aspetti rimossi legati agli istinti istintuali che stanno risalendo dall’inconscio e giungendo alla coscienza, questo significa che il sognatore ha bisogno di dare più spazio alle pulsioni vitali e all’espressione di queste.

1. Sognare un gatto

può collegarsi al bisogno di esprimere la propria sensualità e di vivere liberamente e con gioia la sessualità, può portare in evidenza la necessità di un contatto armonioso con il corpo, averne cura e soddisfare i suoi bisogni, ridefinire i propri spazi vitali, tracciare precisi confini per difendersi dalle influenze altrui.

2. Sognare una gatta

si collega al femminile interiore (sia nell’uomo che nella donna) mentre

3. Sognare una gatta con i gattini

mette in evidenza l’istinto materno, la dedizione e il calore, il senso di sacrificio, il bisogno di accudire se stessi o nuovi aspetti di sé che stanno emergendo alla coscienza.

4. Sognare gattini


indicano le vulnerabilità del sognatore che devono essere viste e protette, o gli impulsi vitali, i desideri e bisogni che si stanno definendo, ma che devono trovare una forma per essere espressi, che devono maturare.

5. Sognare un gatto morto

può collegarsi a stanchezza fisica, depressione, repressione degli slanci vitali e degli istinti.

6. Sognare di uccidere un gatto

può indicare una sorta di rigidità e di austerità presenti nel carattere del sognatore che “uccide” la spontaneità, che teme la mancanza di regole e la ricerca di piacere.

7. Sognare un gatto nero

è legato a ciò che il sognatore sente nella realtà verso questo animale: se è influenzato  dalle dicerie popolari è possibile che questa immagine segnali ciò che il sognatore considera “negatività“, ovvero preoccupazioni, ostacoli, difficoltà che sta vivendo, oppure paura di essere calunniato o danneggiato da intrighi e furbizie altrui.

Così  il significato del gatto nero nei sogni può portare a galla gli aspetti estremi della simbologia del gatto: desiderio di  libertà ed inosservanza di ogni regola che  diventano anarchia, ricerca di piacere che si trasforma in edonismo, pulsioni istintive che diventano egoismo e crudeltà.

8. Significato del gatto bianco nei sogni

si associa ai significati simbolici del colore bianco, quindi tenerezza, docilità, innocenza che forse il sognatore non vede, non vive o ha bisogno di integrare.

Simbolismo del gatto nei sogni

In ogni epoca e cultura il gatto ha colpito l’immaginario collettivo e ha avuto un ruolo importante come animale domestico e sacro.

Nell’antico Egitto i gatti venivano protetti e venerati come animali sacri alla Dea Bastet raffigurata con la testa di gatto che, come i gatti possedeva due anime, una positiva e solare, l’altra ingannevole ed occulta (rappresentata  con una  testa di leonessa).

La morte naturale di un gatto veniva onorata con rituali e lamenti funebri ed i gatti venivano mummificati e sepolti presso appositi santuari, mentre uccidere un gatto, a quei tempi, poteva portare alla pena capitale.

I gatti sacri vivevano custoditi nei templi e soddisfatti in ogni loro desiderio dai sacerdoti che ne osservavano ogni movimento per trarne auspici.

Se nel passato il gatto era onorato e rispettato, con la religione cattolica ed il medioevo il gatto diventa espressione di tutto ciò che è ombroso e demoniaco, diventa l’animale del diavolo e della strega, portatore di malefici ed incantesimi: un animale che può uccidere le donne, succhiare la vita dei neonati, catalizzare tutte le energie negative, portare sfortuna e malocchio.

Il gatto nero era investito dei significati più negativi, secondo le credenze popolari accompagnava streghe e demoni che a volte ne assumevano la forma, per questa ragione subiva lo stesso castigo e veniva bruciato sul rogo.

Il significato negativo del gatto nero persiste in epoca moderna e viene associato alla sfortuna.

Il gatto è un animale notturno, i suoi occhi al buio riflettono la luce  e lo rendono inquietante e spaventoso, questo ne mette in rilievo il carattere lunare e misterioso, simbolo di una visione chiaroveggente, della capacità di vedere oltre le apparenze e scorgere aspetti meno ovvi ed accettati della realtà, ma simbolo anche anche di intrighi,  cose occulte e magia.

Il simbolismo del gatto nei sogni comprende aspetti di sensualità e cura del corpo, armonia e grazia a che lo ricollegano allarchetipo del femminile, ad una  femminilità indipendente, inafferrabile e capricciosa che non può essere contenuta.

Per Jung  il gatto nei sogni  è un aspetto dell’ anima,  che nell’uomo può indicare uno squilibrio:  l’incapacità di integrare i contenuti legati al femminile interiore ed alle sue qualità; mentre  Freud ne mette in rilievo  l’aspetto libidico e sessuale: vitalità, sensualità, prolificità che lo rendono un possibile simbolo di gravidanza.

Il significato simbolico del gatto nei sogni riflette tutta  la gamma di comportamenti contrastanti del gatto reale che porteranno al sognatore l’accettazione ed il gusto per la vita vissuta con pienezza, il  bisogno di mostrare ciò che sente, la ricerca del piacere e lo slancio vitale e coraggioso che permette di non farsi abbattere dalle difficoltà  e di assaporare ogni aspetto della vita.

Marzia Mazzavillani Copyright © Vietata la riproduzione del testo

Caro lettore termino questo lungo articolo chiedendo la tua opinione.

Puoi scrivermi nei commenti e, se lo desideri, puoi raccontare il sogno che ti ha portato fin qui.

Se hai trovato questo articolo utile ed interessante ti chiedo di ricambiare il mio impegno con una piccola cortesia:

CONDIVIDI L’ARTICOLO

Condivisioni

E’ un gesto che a te porterà via pochissimo tempo, ma per me è molto importante: contribuisce alla diffusione di quello che scrivo e mi dà grande soddisfazione 🙂

 

Approfondimento di un mio articolo pubblicato sulla Guida Sogni Supereva (novembre 2005)

Ti è piaciuto? clicca per il tuo MI PIACE

Salva

Salva

Salva

Salva

Gatto nei sogni. Cosa significa sognare un gatto ultima modifica: 2013-03-14T07:00:59+00:00 da Marni